Filetto caput-mundi: l’anima antica del Podere Schiavina, tra cibo e design

podere schiavinaPrendi una calda giornata di Primavera, prendi la campagna nel fiore dell’anno, prendi un antico casolare di famiglia rimesso a nuovo mescolando tradizione e buon gusto, prendi della buona cucina, prendi la passione, l’amicizia e l’amore nel fare il proprio lavoro, ed ecco: avrai ottenuto una delle migliori ricette di vita. Il Podere Angela Schiavina, sito nella campagna tra Ravenna e Forlì (a Filetto, per la precisione) è la sintesi di tutto questo. Al Podere Angela Schiavina non manca nulla: dal relax nella natura, all’amore per gli animali (soprattutto cavalli, mi sembra di capire), ad un plaid steso per terra, sul prato, su cui sdraiarsi durante la siesta.

podere schiavina

Il Podere Schiavina

Da Angela Schiavina a Filetto si mangia molto bene

E non è un caso: Angela vanta infatti un’esperienza trentennale nel settore gastronomico; docente e autrice di libri (Cose buone di casa in 2 volumi, su tutti) nonché di numerose rubriche per diverse testate giornalistiche, ha curato lauti banchetti per ambìti ospiti dello Stivale, ma non solo. Alcuni esempi? Il pranzo in onore del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II alla Biblioteca Classense di Ravenna, il ricevimento a Bologna per il Re e la Regina di Spagna con 700 invitati, il 25° anniversario della ditta Cremonini con Luciano Pavarotti e 1000 invitati a Palazzo Albergati a Bologna, i ricevimenti per il Concorso Ippico Internazionale nella tenuta della Bagnaia in Toscana per il gruppo Monrif – Resto del Carlino. E tanti altri, fino ad oggi.

podere schiavina

Un dettaglio della sala da pranzo

Cibo & architettura 

Il pregio di Angela risiede non solo nell’abilità organizzativa e culinaria, ma soprattutto nell’aver saputo coniugare una grande passione con la sua professione d’origine, quella di interior designer, giungendo al sapiente connubio di cibo & architettura (un binomio totemico, per lei).

Un dettaglio della cucina

Un dettaglio della cucina

Ma non solo: un’altra sua grande qualità è il saper circondarsi di ottimi amici e professionisti. La sua attività a Filetto si fonda innanzitutto sull’organizzazione di svariati corsi di cucina a tema, oltre che sull’organizzazione di pranzi/brunch/cene ed eventi in genere, su prenotazione. Ma tutto questo non può essere fatto da soli. Ecco che allora la figura di Rosella Mengozzi assume un ruolo chiave nell’attività di Angela. Rosella è un’esperta e grande appassionata del settore gastronomico (su tutti, si segnala qui la sua attività per Saperi e Sapori), sapiente cuoca e grande comunicatrice (mica è un caso che sia docente dei laboratori di cucina al Podere Schiavina!).

Noi e le nostre bilance siamo testimoni diretti della prelibatezza dei suoi piatti. Alcuni esempi? L’antipasto rosso alla piemontese, gli gnudi alle erbe aromatiche, la variopinta insalata Primavera con fiori di ogni foggia di petalo, pane e focacce fatti in casa, formaggi e salumi delle migliori tradizioni regionali nostrane e tanto tanto altro, il tutto annaffiato da ottimi vini, nemmeno a dirlo.

FullSizeRend4er

Fu5llSizeRender

Il bed&breakfast

In sintesi: che cosa si fa al Podere Angela Schiavina? Si mangia molto bene, innanzitutto, si fanno corsi e laboratori, si gioca con gli animali e si cavalcano quelli cavalcabili (non ci stiamo riferendo al cane, eh), si fa la siesta e, da poco tempo, si dorme anche. Il Podere è infatti diventato da poco anche bed&breakfast, gestito dalla brava e creativa per professione (oltre che per passione) Alessandra Carini Ewald (co-titolare del podere, insieme alla madre Angela), con un sito web specifico, che trovate qui.

schiavina

Una camera del bed&breakfast

IMG_2434

Filetto caput-mundi

Non avete mai sentito parlare di Filetto (che, a dirla tutta, ha pure un grande ruolo nel nostro viaggio nel tempo, come vedremo più avanti)? Male, molto male. A Filetto accadono belle cose, dalla venerazione della Madonna di Sulo all’amorevole cura delle cose di casa e di campagna. E godendo delle occasioni che vi offre il Podere Schiavina potrete vivere dall’interno e assaggiare una punta di quest’anima antica, seppur da esotici viaggiatori.