Grazzano Visconti con bambini

img_6070

Grazzano Visconti è in buona parte finto. Fintissimo. Non solo perché è così delizioso da sembrare non vero, ma anche perché è finto sul serio. Un falso storico dichiarato. Intenzionale, voluto, manifesto. Ci siamo fermati qui al nostro ritorno dalle Langhe (Ti sei perso il post? leggi qui.)

Grazzano Visconti: la storia

Sito in provincia di Piacenza, il primo nucleo di Grazzano Visconti fu costruito nel 1395 da Giovanni Anguissola, per risiedevi con la moglie Beatrice Visconti (sorella di Gian Galeazzo). Fu proprietà della famiglia Anguissola fino al 1870, quando, per ragioni ereditarie, passò definitivamente ai Visconti. Agli inizi del Novecento, l’area fu restaurata ed ampliata, grazie a Giuseppe Visconti di Modrone, che ampliò gli spazi annessi al castello facendo progettare e costruire ex-novo dall’architetto milanese Alfredo Campanini un villaggio in stile neogotico. Gli unici edifici antichi di Grazzano Visconti oggi risultano essere il castello e la chiesetta di Sant’Anna (cappella privata della famiglia Visconti, risalente al Seicento).

Il Biscione è lo stemma dei Visconti

Il Biscione è lo stemma dei Visconti

Passeggiare a Grazzano Visconti

Il parco che si estende attorno al maniero è piuttosto grande e accoglie la chiesetta, lo studio del Duca, il labirinto, il giardino all’Italiana e il Belvedere sul rio Grazzano; è visitabile solo in certi periodi dell’anno, a pagamento, con visite guidate su prenotazione (contattare la società Noctua). Ma il borgo oggi è noto soprattutto per le sue rievocazioni storiche in costume, le botteghe di artigianato, i pittoreschi scorci e i suoi ristoranti con menù medievale.

img_5962

img_5955

Cosa fare con bambini

Il bello di venire qui risiede soprattutto nel fatto che non vi sono auto: potrete passeggiare in tutta tranquillità e i bambini potranno correre senza l’ansia del pericolo imminente.

Ai bambini Grazzano piace: e come potrebbe essere altrimenti? Oltre all’assenza di mezzi motorizzati, questo luogo è tutto un rincorrersi di rievocazioni storiche, di scorci suggestivi, di cose divertenti da fare, sì, ma senza alcuna fretta.

img_6071

Alcuni esempi?

  • La Bottega di Mastro Gufo
  • Il Museo delle Torture (per bambini grandicelli)
  • Il Museo delle Cere (sempre per bambini grandicelli)

 

img_5954

Se siete intenzionati a fare una visita a Grazzano Visconti, tenetevi aggiornati: la lista degli eventi è fitta, fittissima (la trovate qui), adatta a tutte le stagioni: dal Natale al Capodanno, alla Primavera, all’Estate, all’Autunno. In ogni momento dell’anno c’è sempre un buon motivo per festeggiare! La vocazione turistica di questo luogo potrà forse non entusiasmare tutti, ma a noi piace, e ai bambini anche. E la comodità di lasciarli correre in un intero borgo senza preoccupazione alcuna, non ha prezzo.

Al prossimo post!