Langhe in 4 giorni: cosa vedere

img_5912

Langhe: quale bellezza

La bellezza delle Langhe risiede, a nostro avviso, soprattutto nell’insieme del paesaggio (non per nulla, patrimonio dell’UNESCO), più che nel singolo borgo. La distesa infinita di filari di vigne, in autunno ammantati di quel caratteristico color ruggine, è davvero qualcosa di rara bellezza. E dunque meritevole di visita.

img_5913

 Cosa vedere in 4 giorni

Un rapido elenco di ciò che non dovrete perdervi:

Veduta delle Langhe

Veduta delle Langhe

 

img_5914

Alcune esperienze da non perdere con i bambini:

  • la raccolta delle nocciole (qui viene prodotta la Tonda Gentile eccellenza assoluta), da cui nasce la crema al cioccolato. Un’esperienza sicuramente interessante è visitare un noccioleto e un impianto di snocciolatura, tostatura e trasformazione di questo prodotto tipico piemontese. La Regale è un’azienda a chilometro zero, dove è possibile organizzare su prenotazione una visita per capire come avviene il ciclo di produzione delle nocciole.
  • un’annusata ad un vero tartufo, se siete in stagione (celeberrima la fiera di Alba)
Pollenzo

Pollenzo

 

Cappella del Barolo, di Sol Lewitt (part.)

Cappella del Barolo, di Sol Lewitt (part.)

 

Langhe: dove dormire

Se siete in gruppo, ultraconsigliato e provato è La Ginestra, una splendida casa vacanze sistemata da un architetto (proprietario), nel cuore delle Langhe, vicino ad Acqui Terme. La Ginestra è l’ideale anche per più famiglie (ha spaziose camere matrimoniali con possibilità di terzo e quarto letto, ciascuna con il proprio bagno privato); all’esterno è dotata di piscina con affaccio sui vigneti e barbecue. Un posto che da solo vale il viaggio!

Al prossimo post!

img_5940