Portobello a Primavera: 3 posti da vedere

Se capitate a Portobello Road in una bella giornata di Primavera, allora potrebbe accadervi di imbattervi in uno scorcio di questo tipo:

portobello londra

Una casa a caso        Foto Costanza Fabbri

Sì, perché il quartiere di Notting Hill, dove si trova la celebre Portobello, è senz’altro un distillato di poesia, profumi e fascino. Veniteci di prima mattina ed entrate come prima cosa in una bakery a far colazione (io vi consiglio Gail’s, la mia preferita): con un dolce appena sfornato e una tazza di caffè nero bollente potrete pianificare con calma la vostra passeggiata. Insieme ai posti di cui ho già parlato nei post sul fast food e sullo slow food londinese, Gail’s è per me una tappa fissa, quando vengo a Londra, se capito in questa zona.

gail's portobello

Gail’s Bakery         (Foto credits Gailsbread.co.uk)

Diciamo la verità: i negozi di  Portobello non sono particolarmente convenienti e, anzi, possono essere cari, molto cari. Vi sono tuttavia delle eccezioni. Un esempio? Il mio negozio di vestiti preferito, qui: Appletree Boutique London. Da Appletree troverete belle cose, molte delle quali di ottima fattura, a prezzi ragionevoli.

Portobello Londra

Appletree Boutique London            (Photo credits Costanza Fabbri)

Proseguendo in su, verso la ferrovia, con una piccola deviazione a sinistra, si entra nella zona delle piccole librerie (vi ricordate il film Notting Hill, con Hugh Grant e Julia Roberts?). In questo tragitto, è probabile che, anche a voi come me, capiti di ritrovarvi ad un certo punto con il naso incollato a questa vetrina

Portobello Londra

Books for Cooks       (Photo credits Costanza Fabbri)

Ecco, a questo punto entrare è d’obbligo. Entrare da Books for Cooks mette a dura prova un’eventuale dieta, vi avverto: l’odore di biscotto circola indisturbato in tutta la libreria e diverse lavagnette e briosi cartelli vi invitano a sedervi e assaggiare almeno uno di questi golosi cookies. Oppure, se preferite, potete tornarvi all’ora di pranzo, e degustare una zuppa calda e/o una torta salata o chissà cos’altro. Sì, perché questa amena libreria non si limita ad essere specializzata esclusivamente (ebbene sì, non troverete altro!) in libri di cucina, ma è anche un luogo di ristoro con tanto di tavoli apparecchiati di tutto punto tra gli scaffali. Ben più della classica libreria-caffetteria, dunque.

Portobello Londra

Books for Cooks interno                             (foto credits Costanza Fabbri)

portobello londra

Books for Cooks interno                            (foto credits Costanza Fabbri)

portobello londra

Books for Cooks interno                           (foto credits Costanza Fabbri)

Risalendo su, verso la ferrovia, tra i banchi del mercato, vi ritroverete nello storico mercato dei vestiti vintage: che cosa ho comprato, qui? Nulla. Perché? Perché c’era troppo! E’ un mio difetto: quando arrivo in posti che offrono troppo, mi viene il panico da stordimento, non so da che parte cominciare, allora mi blocco e me ne vado. Fantastico. Beh, prendiamola come una buona scusa per tornarvi, magari di nuovo in Primavera, perché no.