Ricetta dalla Francia: la zuppa di cipolle

zuppa cipolle

(Foto wikipedia)

Dopo la ricetta della galletta bretone, torniamo ora su un altro piatto tipico della terra di Francia, che sicuramente molti di noi avranno già assaporato più e più volte: la zuppa di cipolle. Chi ama questo piatto, si trova ad ordinarlo spesso in suolo francese, magari insieme ad un buon bicchiere di vino rosso di Borgogna. Perché la zuppa di cipolle francese crea dipendenza.

Storia della ricetta della zuppa di cipolle francese

Conosciuta sin dai tempi dell’Impero Romano, la zuppa di cipolle nasce come piatto frugale, destinato perlopiù ai poveri, grazie all’abbondanza delle coltivazioni francesi di cipolle. Nella versione moderna, a partire dal Settecento, è stato arricchito del pane secco o dei crostini, del brodo di carne e delle cipolle caramellate. E fu così che da piatto povero assurse alle imbandigioni dei banchetti nuziali.

cipolle fiori

Cipolle in fiore (foto wikipedia)

 

Ingredienti per 4-6 persone

  • cipolle 500 g
  • farina 30 g
  • 1 litro e 1/4 di brodo di pollo o di manzo
  • sale
  • pepe
  • formaggio grattugiato, tipo raclette (una ciotola)
  • pane secco a fette (una ciotola)
  • burro 75 g

Preparazione

  1. Scaldare il burro in una casseruola, fino alla completa fusione;
  2. Tagliare la cipolla ad anelli sottili e farla rosolare e cuocere nel burro, fino a che non assumerà una leggera colorazione dorata;
  3. Aggiungere la farina;
  4. Amalgamare il tutto con una spatola;
  5. Aggiungere il brodo;
  6. Portare a ebollizione e poi lasciar cuocere per una quindicina di minuti;
  7. Dentro delle terrine monodose sistemare il pane secco, distribuirvi sopra il formaggio grattugiato e poi la crema di burro, cipolle e brodo; ripetere la stessa operazione (a strati, quindi) altre due volte, terminando con la spolverata di formaggio;
  8. Far gratinare (modalità grill) le terrine nel forno, precedentemente riscaldato a 170°, fino ad ottenere la brunitura della superficie.
  9. Servire bollente

Al prossimo post!

(Fonte: https://www.meilleurduchef.com)

cipolle viola

(Foto wikipedia)