Un borgo che ammalia e incanta: Orta San Giulio

10847438_400171596837063_1231642439899764178_oIeri abbiamo navigato sul lago d’Orta, in questo post; e già vi avevamo parlato del Sacro Monte, qui. Se ve lo siete perso, vi consigliamo di recuperarlo. Oggi preferiamo invece rimanere con i piedi sulla terraferma, ad Orta San Giulio. E ammirare l’isola dalla riva della splendida piazza Motta.

Che cosa vedere ad Orta San Giulio?

Patrimonio dell’UNESCO, qualificato come uno dei più bei borghi italiani (al punto che l’intero centro è interamente pedonalizzato), la pittoresca Orta San Giulio incanta soprattutto per i suoi scorci, i suoi vicoli, i suoi antichi e variopinti edifici, la sua indimenticabile piazza, che si affaccia sul lago regalando una vista che non dimenticherete facilmente. Quindi, se venite qui, pensate innanzitutto a passeggiare e a “perdervi” (si fa per dire, visto che è un centro molto piccolo) nei vicoli e vicoletti.

orta san giulio

La salita a Santa Maria Assunta

Ma ci sono alcune cose che non dovete affatto dimenticare:

1) una visita al Duomo (Santa Maria Assunta) e alla chiesa di San Biagio. Due gioielli;

2) i giardini del Municipio, che si affacciano sul lago;

3) una lunga sosta in uno dei tanti locali che si affacciano sulla piazza Motta, con vista sull’isola di San Giulio;

4) la bella passeggiata sul lungolago, che parte dalla Villa Motta, in fondo al paese.

5) una visita a Palazzo Penotti Ubertini, situato a pochi passi dal Duomo, che ospita eventi ed esposizioni temporanee (ma è il palazzo in sé ad essere splendido!).

6) Una sbirciatina, subito fuori dal centro, alla magnifica Villa Crespi, (oggi hotel di lusso), di gusto moresco, secondo la moda eclettica di fine Ottocento. Nel 1879 Cristoforo Benigno Crespi volle trasportare il fascino di Baghdad al suo amato lago d’Orta e così la villa fu realizzata secondo i dettami architettonici del lontano Oriente, arricchendosi addirittura di un minareto. Villa Crespi ha accolto poeti, capitani d’industria, principesse e il Re Umberto di Savoia.

orta san giulio

Scorcio dalla piazza

orta san giulio

orta san giulio

Scorcio dalla piazza

Se la giornata è particolarmente tersa, vi consigliamo caldamente la salita in auto al Mottarone, da cui potrete godere di una superba vista sulle alpi, dal Monte Rosa fino al Cervino. Per salire al Mottarone, andate ad Armeno (grazioso!) e da lì seguite le indicazioni per il monte.

orta san giulio

Panorama dal Mottarone

Un ultimo suggerimento: se avete bambini, anziani o semplicemente il mal di pigrizia, non mancate di sperimentare il mitico Trenino di Orta, che, vi garantiamo, è molto più affidabile di certe compagnie ferroviarie che ben conosciamo!

orta san giulio

Dettagli

Notizie pratiche:

Giorni consigliati per un tour al Lago d’Orta: 3 pieni

Family friendly? Sì

 

Buon viaggio!

orta san giulio